IL MASSO DI MON REPOS COMINCIA IL SUO VIAGGIO VERSO IL LUOGO DELLO SCHIANTO DI HINKLER

Ecco la traduzione del nuovo articolo sui media australiani che riguarda il masso in viaggio verso il Pratomagno per far parte del nuovo memoriale dell’aviatore Hinkler:

Il masso di basalto ha cominciato il suo viaggio dalla spiaggia di Mon Repos, dove Bert Hinkler ha mosso i primi esperimenti di volo solitario, alle Alpi (Appennini ndr) italiane dove sarà posto nel sito dell’incidente aereo che ha richiesto la vita di Bert Hinkler.
Personalità, appassionati dell’aviazione, e chiunque ha e continuerà ad avere un ruolo nel trasporto del masso, anni dopo la morte di Bert Hinkler, il 7 gennaio 1933, ha visto tre aerei del Royal Queensland Aero Club, volare al di sopra del masso simbolo di questa importante occasione.
Il masso sarà ora trasportato gratuitamente dalla Toll Holdings in Italia, dove sarà modellato da scalpellini italiani e collocato nel luogo in cui venne ritrovato il corpo di Hinkler, morto nel tentativo di migliorare il record di volo in solitaria da Londra all’Australia.
L’appassionato di aviazione di Brisbane Kevin Lindeberg per primo ha suggerito l’idea, per poi essere supportato dal Consiglio Regionale di Bundaberg e dal Governo Statale e Federale.
Lindberg dice che il masso nel luogo dello schianto rappresenterà sia l’inizio che la fine della carriera di Hinkler.
“Non è impossibile, data la grandezza, pensare che Bert si possa essere seduto su questo masso ed aver sognato i suoi sogni” dice Lindeberg.
Il luogo suddetto sarà parte dell’Hinkler Ring, un percorso escursionistico per il quale sono attesi visitatori da tutta Italia, Europa e dal mondo.
Il sindaco di Bundaberg Mal Forman dice che il masso senza imperfezioni è stato ritenuto di dimensione appropriata per permettere agli scalpellini di produrre un appropriato memoriale, la cui presentazione sarà prevista durante la cerimonia in Italia il 26 luglio di quest’anno.
“Bert Hinkler è calorosamente considerato come un eroe dell’aviazione della sua città natale ed è ben conosciuto attraverso tutta la regione per le sue audaci gesta, quindi è incoraggiante vederlo riconosciuto internazionalmente”.
Il Presidente dell’Hinkler House Memorial Association Lex Rowland dice come la rimozione del masso sia una parte molto commovente della storia di Bundaberg.
“Con queste immagini che saranno mostrate in tutta l’Australia, penso che ognuno ne debba essere molto orgoglioso”.

Questa voce è stata pubblicata in Evidenza, Hinkler, notizie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.