Le imprese di Hinkler

Sunto delle imprese compiute dal grande trasvolatore Herbert John Louis Hinkler

Dopo la guerra 1915-18, il governo Australiano mise a disposizione un premio in denaro dell’importo corrispondente a £10000 italiane dell’epoca a chi sarebbe riuscito a volare dall’Inghilterra in Australia.
Hinkler tentò di realizzare l‘impresa ma purtroppo mentre stava sorvolando l’Europa si imbatté in una tempesta che lo obbligò a guadagnare terra in modo rovinoso.
Nel 1920 partendo dall’Inghilterra volò senza scalo in Lettonia.
Nel 1921 spedì in Australia un aereo Avro-Baby, poi partendo da Sydney, con il pieno di carburante e senza mai fermarsi raggiunse Bundaberg coprendo una distanza di 1370km.
Nel mese di febbraio del 1928 Hinkler a bordo di un aereo G-Ebov che montava un motore da 80 cavalli, volò per la prima volta verso l’Australia e riuscì a raggiungerla impiegando 15 giorni e mezzo. Per realizzare l’impresa fece alcuni scali  e dopo quello che effettuò in India la stampa e le radio cominciarono ad interessarsi di ciò che stava compiendo.
La meta fu raggiunta ed in particolare l’aviatore ebbe la gioia di atterrare proprio a Bundaberg, la cittadina dove era nato.
Per i voli del 1920 e del 1928 gli furono conferiti due trofei Britannia.
Nel 1931 arrivò la sua impresa più eclatante. Hinkler si trovava in Canada, dove aveva acquistato un aereo De Havilland 80.A da 130cv denominato Puss Moth (farfalla-gattina), con il quale effettuò un volo fino a New York. Poi da questa città decollò per raggiungere senza scalo la Jamaica, percorrendo 2400km. Dalla Jamaica, sempre senza scalo raggiunse il Venezuela, la Guiana e poi Brasile. Il suo eccezionale volo proseguì ed attraversò per secondo uomo al mondo l’atlantico in solitario da Natal fino a raggiungere Bathust nelle coste dell’Africa occidentale. Occorre sapere che il salto dell’oceano lo ha compiuto affrontando una burrasca dalle nubi molto basse che gli tolsero la visibilità, tanto che per un tratto si trovò a volare alla deriva. Infine dall’Africa proseguì per raggiungere Londra.
Per questa impresa, seconda solo alla trasvolata di Lindberg, Hinkler fu  premiato con il trofeo Segrave, Il premio Johnston Memorial e il Trofeo Britannia. Effettuò la più brillante impresa aviatoria di quell’anno.

Poi ci fu l’ultimo volo ……………………..

Quanto riassunto sulle imprese è stato rilevato dal
sito Internet -Wikipedia, l‘enciclopedia libera.hm,
con correzioni ed aggiornamenti a cura
Dell’ing. Alessandro Ercolani.

Bibbiena li 12/05/2013